E se potessimo abitare in aria?

 

 

E se potessimo abitare in aria?

Ha davvero dell'incredibile il progetto denominato Cloud Skippers realizzato da Gretchen Stump il quale vorrebbe realizzare alcune abitazioni che, invece di rimanere ben piantate per terra, grazie a enormi vele si librerebbero in aria come giganteschi aquiloni.
Un'idea alquanto sorprendente che, a detta del suo progettista, ha nel sovraffollamento del Pianeta la sua prima ragione.
Ma come è possibile tutto questo? Queste case volanti sarebbero in grado di rimanere sospese in aria sfruttando "semplicemente" i venti di quota che soffiano mediamente a velocità di circa cento chilometri orari, venti che - ovviamente - oltre a far veleggiare le case permetterebbero anche la produzione di energia elettrica per alimentarle.
Non solo: in aggiunta all'energia eolica, le case volanti potrebbero meglio sfruttare anche l'energia solare visto che maggiore è l'altitudine degli impianti, maggiore è la loro resa.
Diciamo pure che per le Cloud Skippers l'energia non sarà un problema, ma il resto?
Vabbè, a parte questi "piccoli" problemi, a noi questa stravagante idea piace seppure ci rendiamo conto che è destinata a rimanere solo un sogno.
Volete però mettere il silenzio, l'aria pulita e il panorama che si potrebbe godere dalla finestra del soggiorno di casa?





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: case volanti, Cloud Skippers, Gretchen Stump

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons