Con l'ora legale si risparmiano quasi 650 milioni di kilowattora

 

 

Con l'ora legale si risparmiano quasi 650 milioni di kilowattora

Piccole cose che fanno grandi differenze.
Basta spostare, infatti, in avanti le lancette dell'orologio di una sola ora per avere un considerevole risparmio di energia elettrica.
A dirlo, ma soprattutto a prevederlo è Terna, la società responsabile in Italia della gestione dei flussi di energia elettrica sulla rete ad alta tensione che ritiene che nel periodo in cui sarà in vigore l'ora legale si arriveranno a risparmiare circa 650 milioni di kilowattora, qualcosa come la metà dei consumi domestici annui del Friuli Venezia Giulia.
In termini di denaro, poi, considerando che un kilowattora costa in media circa 13,5 centesimi al netto delle imposte, la stima del risparmio economico per il 2011 è pari a oltre 85 milioni di euro.
Tutto questo si traduce anche in una sensibile riduzione di CO2 immessa nell'atmosfera per un valore stimato di oltre 300 mila tonnellate.
Dal 2004 al 2010 l'Italia ha risparmiato complessivamente oltre 4,3 miliardi di kilowattora, corrispondenti a circa 585 milioni di euro di minor costo ed è stata evitata l'immissione in atmosfera di 2,4 milioni di tonnellate di anidride carbonica.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons