Commissione Europea ha aperto un'inchiesta su tre aziende di biocarburanti

 

 

Commissione Europea ha aperto un'inchiesta su tre aziende di biocarburanti

La Commissione Europea ha formalmente aperto un'indagine antitrust per verificare se tre produttori di etanolo hanno violato la normativa comunitaria in ambito di concorrenza sleale mettendosi d'accordo a tavolino per alterare gli indici di riferimento del carburante.
Le imprese interessate sono la Lantmännen ek för (Svezia), la Abengoa S.A. (Spagna) e la Alcogroup SA (Belgio).
Il timore è che queste aziende abbiano agito in maniera tale da riuscire ad aumentare il prezzo dell'etanolo a scapito delle regole europee sulla concorrenza e degli obiettivi UE in materia di uso delle rinnovabili nel settore trasporti. Nel caso dell'etanolo si parla di biocarburanti della cosiddetta prima generazione (cioè che impiegano colture utilizzate prevalentemente a fini alimentari, come per l'appunto l'etanolo che viene ricavato da grano, mais e barbabietola da zucchero), mentre la nuova frontiera che dovrebbe imporsi dopo il 2020 è quella dei biocarburanti di seconda generazione (cioè prodotti da materiali lignocellulosici e oli non commestibili, microalghe e rifiuti).
"I mercati competitivi dei biocarburanti - ha detto Margrethe Vestager, Commissario europeo alla Concorrenza - sono cruciali per promuovere trasporti puliti e tagliare le emissioni di gas serra. L'uso di questi carburanti è un elemento importante della strategia della Commissione Europea per limitare le emissioni di gas serra e aumentare le energie rinnovabili".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: biocarburanti, indagine antitrust UE etanolo, manipolazione prezzo etanolo, inchiesta commissione europea alterazione prezzo etanolo

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons