Camion senza autista per consumare il 15% in meno di carburante

 

 

Camion senza autista per consumare il 15% in meno di carburante

Con aziende come Google e Audi che stanno tenacemente lavorando su progetti di guida senza conducente, non c'è assolutamente da meravigliarsi se queste tecnologie, in un prossimo futuro, verranno applicate sul serio perché, al di là della maggiore sicurezza, sembra che ci siano anche altri vantaggi.
Ad affermarlo è la New Energy and Industrial Technology Development Organization (NEDO) con sede in Giappone che ha diffuso i risultati dei propri test su strada (iniziati già nel 2008) nei quali è stata utilizzata una carovana di quattro veicoli pesanti con una sola persona alla guida del camion in testa.
Orbene, gli studi dicono che viaggiando alla velocità di 80 km orari, si è registrata una riduzione media dei consumi di carburante pari al 15%.
Sui camion, gestiti da un sistema chiamato Cooperative Adaptive Cruise Control, sono state montate telecamere, radar laser a infrarossi e sistemi di comunicazione wireless grazie ai quali gli autotreni potevano viaggiare in tutta sicurezza "vedendo" gli ostacoli, comunicando fra di loro e mantenendo una distanza di appena 4 metri l'uno dall'altro.
Dopo questi test la società giapponese ritiene di poter portare sulle strade nipponiche la propria tecnologia entro il 2020, anche se ci sono ancora molti ostacoli giuridici e soprattutto psicologici che, almeno per il momento, sollevano più di qualche ragionevole dubbio sui veicoli senza conducente.
Ma staremo a vedere...





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: guida automezzi senza conducente, sistema guida senza autista, Cooperative Adaptive Cruise Control

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons