Cambiamenti climatici: i ghiacciai italiani perderanno il 37% del loro volume nei prossimi 24 anni

 

 

Cambiamenti climatici: i ghiacciai italiani perderanno il 37% del loro volume nei prossimi 24 anni

Brutte notizie per le nostre riserve d'acqua in alta quota: stando ai dati presentati a Torino dal professor Carlo Baroni, presidente del Comitato Glaciologico Italiano (CGI) durante Geoitalia 2011, il Forum di Scienze della Terra, i ghiacciai del nostro Paese si stanno ritirando ad un ritmo incessante, un trend che è incrementato negli ultimi anni e che è destinato a proseguire in futuro.
"La storia dei ghiacciai parla di un trend di ritiro - spiega Baroni - e dal 1982 al 2006 è aumentata la portata dell'arretramento dei fronti ghiacciati e delle variazioni (al ribasso) volumetriche. In tale periodo, i volumi sono diminuiti del 37%, le estensioni del 16%. Ed è significativo che il 4% dell'estensione si sia erosa tra il 2003 e il 2006".
"Se dovessimo fare delle proiezioni con i dati attuali, prosegue il docente, si andrebbe verso un ulteriore arretramento dei fronti e della riduzione delle volumetrie. Ad esempio, si potrebbe arrivare anche alla riduzione totale entro il 2050 del ghiacciaio dell'Adamello, il più grande d'Italia. Ma è una eventualità, non un dato di fatto".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: cambiamenti climatici, riduzione ghiacciai, Carlo Baroni, Comitato Glaciologico Italiano, effetto serra, Geoitalia 2011

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons