Cambiamenti climatici: a rischio collasso sei punti capaci di modificare l'intero Pianeta

 

 

Cambiamenti climatici: a rischio collasso sei punti capaci di modificare l'intero Pianeta

Secondo un approfondito studio condotto dall'Istituto Tedesco di Potsdam per la Ricerca sull'Impatto Climatico, l'equilibrio climatico del pianeta dipende da sei punti critici, capaci appunto di destabilizzare l'equilibrio climatico mondiale.
Non solo: secondo i ricercatori in almeno uno di questi, la calotta dell'Antartico occidentale, il processo di destabilizzazione sarebbe già iniziato.
In particolare i punti a rischio oltre all'Antartide occidentale, sono i ghiacciai artici e alpini, la calotta glaciale della Groenlandia, la circolazione atlantica termoalina e l'ozono stratosferico dell'emisfero Nord del Pianeta.
Secondo Anders Levermann, uno dei ricercatori che hanno condotto lo studio, "Tutti questi punti possono avere grandi impatti sull'Europa e la probabilità di una loro transizione climatica aumenta a causa dell'incremento delle temperature medie globali provocato dai gas serra emessi dall'attività dell'uomo. è vero che la completa disintegrazione della calotta polare potrebbe richiedere centinaia d'anni, ma durante questo processo gli effetti potrebbero essere significativi. Ad esempio, un collasso parziale della calotta nell'Antartico occidentale porterebbe ad un innalzamento dei livelli dei mari di 1,5 metri. Oltre a questo, lo scioglimento dei ghiacci di quest'area dell'Antartico cambierebbe l'attrazione gravitazionale verso i Poli, provocando un maggiore innalzamento dei mari davanti alle coste europee".
Preoccupante anche ciò che potrebbe accadere ai ghiacciai artici e alpini con un lieve incremento della temperatura: sono sufficienti appena due gradi per provocare il quasi totale scioglimento di questi ghiacciai con il conseguente problema di acqua nelle zone interessate.
Se poi i ricercatori non sono particolarmente preoccupati per il futuro dell'ozono stratosferico dell'emisfero Nord, nutrono grande incertezza sulla circolazione atlantica termoalina che potrebbe essere influenzata da afflussi di acqua fredda provenienti dallo scioglimento dei ghiacciai della Groenlandia con il conseguente cambiamento dell'andamento delle precipitazioni atmosferiche.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: equilibrio climatico, cambiamenti climatici, Anders Levermann, scioglimento ghiacciai, aumento temperatura terrestre, gas serra

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons