Bonaire, l'isola ecologica

 

 

Bonaire, l'isola ecologica

Bonaire è la prima isola dei Caribi a diventare "verde". Il governo dell'isola decise nella primavera 2006 di giocare la carta dell'energia pulita e così, grazie alla sinergia tra una vecchia centrale elettrica inquinante e ormai da demolire e un'azienda che si occupa di sostenibilità energetica e fonti rinnovabili, partì il progetto.

Bonaire è in grado di ricavare energia elettrica da un sistema combinato energia eolica-biodiesel composto di tredici turbine eoliche e una centrale elettrica a biodiesel. Le turbine sono costruite sulla costa nordorientale di Bonaire, la parte dell'isola più esposta al vento, mentre la centrale a biodiesel è, invece, sviluppata a nord-ovest dell'isola.

Il progetto non rovina il paesaggio, perchè è basato su un approccio di rispetto dell'ambiente; in ogni caso è stata realizzata una ricerca sull'impatto ambientale per approfondire tutti i possibili effetti dell'impianto sulla zona prevista per la realizzazione.

Così, Bonaire è la prima isola di tutto il Caribe interamente alimentata con fonti rinnovabili: grazie alla combinazione di due fonti cosiddette "ecologiche".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecoturismo, turismo sostenibile, turismo responsabile, agriturismi, biohotel, ecovillaggi, vacanze sostenibili, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons