Bioedilizia: una casa sotto la roccia e un giardino sul tetto

 

 

Bioedilizia: una casa sotto la roccia e un giardino sul tetto

Hanno preso piede dall'Europa all'America gli edifici eco-sostenibili. Il tetto giardino, partito da Tokyo, dove i grattacieli fioriti sono già 576, si è diffuso anche a New York e in molte città d'Europa. Ad esempio, a New York, una ferrovia sopraelevata dismessa da anni è stata trasformata in un tetto verde che sovrasta Manhattan e a Toronto il tetto della stazione della metropolitana è diventato "verde". In pratica, un arredo urbano d'alta quota è in grado di fornire ortaggi e frutta, mantenere l'appartamento fresco d'estate e caldo d'inverno, aiutare a risparmiare energia ed elettricità e, se il tetto verde è di almeno 20 mq., recuperare le emissioni di anidride carbonica. Ma le costruzioni ecologiche non si limitano solo agli edifici fioriti. In Grecia, sull'isola di Antiparos, ad esempio, è stata costruita una casa sotto la roccia che, oltre ad adattarsi perfettamente all'ambiente circostante, è protetta dalle intemperie, ottiene il massimo sfruttamento della luce naturale e non va a inquinare l'impatto visivo sull'ambiente circostante.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons