Biocarburanti: canne al posto del mais

 

 

Biocarburanti: canne al posto del mais

Al via i lavori per la costruzione della bio-raffineria di Crescentino di Vercelli. Infatti, dopo che il centro Chemtex del gruppo Mossi & Ghisolfi in collaborazione con il Politecnico di Torino per anni ha fatto ricerche e investito più di 120 milioni di euro, finalmente ci siamo. Verrà costruito un impianto che permetterà di produrre "bioetanolo" grazie alle comuni canne palustri, le Arundo donax. Da queste si otterrà un carburante vegetale alternativo agli idrocarburi che in America producono, invece, utilizzando il mais.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: mobilità sostenibile, auto elettriche, biciclette elettriche, auto ibride, emissioni zero, biocarburanti, batterie litio

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons