Batterie al litio estensibili per alimentare le apparecchiature all'interno del corpo umano

 

 

Batterie al litio estensibili per alimentare le apparecchiature all'interno del corpo umano

Con ogni probabilità si tratta di un'invenzione destinata a cambiare in modo sostanziale tutto il mondo della medicina e degli apparecchi medicali in particolare.
Due scienziati, Yonggang Huang della Northwestern University e John A. Rogers della University of Illinois, atenei entrambi negli Stati Uniti, hanno sviluppato un nuovo tipo di batteria estensibile agli ioni di litio che si può allungare fino a tre volte la lunghezza originale e può essere ricaricata in modalità wireless.
Non solo: la batteria di Huang e Rogers è altrettanto potente al pari delle altre, sempre agli ioni di litio, aventi le stesse dimensioni.
In passato altri ricercatori sono riusciti a sviluppare batterie flessibili, ma mai nessuno di loro è riuscito a realizzarne di estensibili fino al 300% le dimensioni originali e che si possono ricaricare senza doverle fisicamente collegare con cavi di alimentazione.
Il segreto sta nel fatto che gli scienziati sono riusciti ad inserire in un foglio di silicone estremamente flessibile piccolissime batterie a litio collegate da una fitta maglia ad "S" di fili metallici che le tiene connesse tra di loro anche quando l'intera batteria viene allungata.
Una piccola grande invenzione che apre la strada ad altre ricerche in ambito medico, primi fra tutti gli apparecchi cardiaci e poi l'occhio bionico.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: batterie litio flessibili, batteria litio estensibile, batteria litio apparecchiature medicali

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons