Anche la produzione di cacao in pericolo a causa dei cambiamenti climatici

 

 

Anche la produzione di cacao in pericolo a causa dei cambiamenti climatici

Notizia... amara per i golosi di cioccolato (e non solo loro): un nuovo rapporto del Centro Internazionale di Agricoltura Tropicale (CIAT) finanziato dalla Fondazione di Bill e Melinda Gates, ha scoperto che, a seguito del crescente aumento delle temperature e delle conseguenti variazioni dei regimi pluviometrici, ovvero delle precipitazioni piovose, l'Africa occidentale (da dove proviene la metà della fornitura mondiale di cacao) è sempre meno adatta per la produzione di questa pianta.
In particolare il rapporto afferma che tra il 2030 e il 2050 in quelle zone dell'Africa le temperature subiranno un aumento di 2,3 gradi Celsius e a seguito di questa modificazione i terreni adatti alla coltivazione del caco si ridurranno drasticamente.
Non solo: questo cambiamento avrà pesanti ripercussioni sul settore a livello mondiale oltre che sulle popolazioni locali che basano la propria sussistenza proprio sulla coltivazione del cacao.
"Non c'è dubbio che questi risultati sono davvero molto gravi", ha commentato Peter Läderach, autore principale del rapporto "e proprio per questo motivo bisogna agire rapidamente ad ogni livello a partire dai Governi per arrivare agli stessi agricoltori".
Anche per questo motivo lo studio propone la ricerca di nuove colture resistenti alla siccità che potrebbero prosperare in Africa occidentale.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: cambiamenti climatici, rischio coltivazioni cacao, aumento temperature, Fondazione Bill e Melinda Gates, Centro Internazionale di Agricoltura Tropicale

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons