Ambiente: i venti del mondo rallentano

 

 

Ambiente: i venti del mondo rallentano

Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell'università francese di Versailles Saint Quentin, i venti del Pianeta, almeno nell'emisfero Nord, stanno perdendo d'intensità: addirittura -15% negli ultimi 30 anni.

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori francesi hanno raccolto i dati storici di più di 10mila stazioni meteorologiche di Asia, Europa e Nord America, ricostruendo la velocità del vento a 10 metri d'altezza a partire dal 1979.

Le cause: sicuramente i nuovi edifici urbani e i cambiamenti climatici, ma ciò che più sorprende è che, paradossalmente, la maggiore responsabilità del fenomeno sia l'aumento della vegetazione sempre più numerosa e fitta, tanto da bloccare le brezze.

Secondo poi gli studiosi, questo fenomeno è ipotizzabile anche per l'emisfero Sud dato che i venti sono interconnessi e ci sono già dei riscontri in analoghi studi fatti in Australia.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons