Abusivismo edilizio, per Legambiente il 13% degli immobili costruiti nel 2013 è illegale

 

 

Abusivismo edilizio, per Legambiente il 13% degli immobili costruiti nel 2013 è illegale

In occasione del convegno Abusivismo edilizio: l’Italia frana, il Parlamento condona organizzato da Legambiente, l'associazione ambientalista ha affermato che in Italia "nel 2013 sarebbero stati costruiti 26.000 immobili illegali, oltre il 13% del totale delle nuove costruzioni. Questo significa che circa una casa su 10 costruita nell'ultimo anno è fuorilegge".
Il primato nazionale spetterebbe alla Campania con 875 infrazioni accertate, però nel 2012, ovvero il 13,9% del totale degli edifici costruiti.
Napoli è anche la prima provincia italiana con il maggior di infrazioni, seguita da Salerno.
A venir deturpati sono, in particolare, il litorale Domitio-Flegreo, l'area archeologica di Pompei, ma ce ne è anche per la piccola isola di Ischia.
Alla Sicilia spetta invece il primato, nel 2013, per l'abusivismo nelle aree demaniali costiere con un triste bollettino (quasi di guerra): 476 illeciti, 725 denunce, 286 sequestri.
Ma quello che preoccupa in questa triste storia italiana di infrazioni e deturpazioni ambientali è anche un altro aspetto, quello del rispetto della legalità applicata nel senso che è ancora molto "basso il rapporto tra ordinanze di abbattimento ed esecuzioni: le demolizioni – sostiene Legambiente - superano di poco 10%; un dato che a Napoli, dove le ordinanze sono 16.837, scende al 4% (710 esecuzioni). A Reggio Calabria e a Palermo è allo 0%".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: abusivismo edilizio, edilizia illegale, edifici fuorilegge

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons