A Roma un diamante per produrre energia

 

 

A Roma un diamante per produrre energia

È stato battezzato il "Diamante" di Valle Giulia e si tratta di un impianto altamente tecnologico per la produzione di energia attraverso pannelli fotovoltaici integrati ad un sistema in grado di immagazzinare energia e renderla disponibile anche in giornate non assolate.
Il "Diamante" è composto da 38 pannelli fotovoltaici a celle monocristalline di ultima generazione che permettono la produzione di energia elettrica sfruttando direttamente l'irraggiamento solare.
La parte di energia non utilizzata durante il giorno viene, invece, accumulata grazie a batterie di ultima generazione per poi essere rilasciata durante la notte o quando l'irraggiamento non è sufficiente a far funzionare i pannelli solari.
"Il prossimo autunno - ha dichiarato da Gianni Alemanno, primo cittadino Roma -, dopo mesi di intenso lavoro a Valle Giulia ci sarà un nuovo gioiello della creatività italiana. Siamo molto fieri di poter offrire questo palcoscenico a una così importante realizzazione anche perché il "Diamante" è perfettamente coerente con la vocazione della città e assume nel contempo un forte significato simbolico in merito all'impegno della capitale di combattere l'inquinamento atmosferico e ridurre le emissioni di CO2".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: ecologia, ambiente, sostenibilità, energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia sostenibile, fotovoltaico, biomasse, impronta ecologica

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons