A Fukushima iniziano i lavori del più grande parco eolico offshore del mondo

 

 

A Fukushima iniziano i lavori del più grande parco eolico offshore del mondo

Nell'immaginario collettivo il nome di Fukushima è sinonimo di uno dei più grandi disastri nucleari della storia.
Ma forse gli eventi stanno per cambiare questo concetto perché il Ministero dell'Economia, del Commercio e dell'Industria del Giappone ha dato il via alla costruzione di quello che sarà il più grande paro eolico offshore del mondo.
La prima turbina da 2 MW è già collocata a circa 12 miglia al largo della costa di Fukushima ed è ancorata al fondo marino grazie a una zavorra in acciaio che si immerge per oltre 30 metri.
A questa entro il 2020 se ne aggiungeranno diverse altre tanto che, una volta terminato e portato a completa operatività, questo parco eolico sarà in grado di produrre il doppio dell'energia del London Array nell'estuario del Tamigi che oggi detiene questo record.
Tre sono le speranze riposte dai giapponesi: la prima di riuscire ad abbandonare l'energia nucleare in tempi ragionevolmente brevi vista soprattutto la grande fame di energia del Paese nipponico.
La seconda di convertirsi totalmente alle fonti rinnovabili nei prossimi 25 anni.
La terza che le centrali eoliche offshore come questa siano, oltre che più responsabili verso l'ambiente, anche molto più sicure e resistenti contro i futuri terremoti e gli tsunami.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: energia eolica, centrale eolica offshore Fukushima, centrale eolica offshore, London Array

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons