A Chicago una fabbrica abbandonata diventa una fattoria urbana a impatto zero!

 

 

A Chicago una fabbrica abbandonata diventa una fattoria urbana a impatto zero!

Chicago, Illinois (Stai Uniti) - Rispetto per l'ambiente non vuole solo dire inquinare meno, ma può anche significare riciclare dando nuova vita a cose e a oggetti, ivi compresi gli edifici e i complessi abbandonati che, invece di lasciarli "morire"inutilmente, possono riscoprire un altro uso intelligente.
Ed è proprio ciò che sta accadendo ad una vecchia fabbrica in disuso nella zona industriale di Chicago che nei prossimi anni sarà totalmente trasformata nella prima fattoria urbana verticale a impatto zero.
Al progetto partito nel 2010 con un piano per il suo completamento previsto entro il 2016, è stato dato il nome di The Plant ed è già parzialmente operativo.
Tra l'altro proprio questo stabilimento industriale è stato per diversi anni sede di un'azienda alimentare, la Foods Peer conosciuta in America per la lavorazione delle carni in particolare di suino.
Sarà dunque una trasformazione di "sostanza" perché invece delle carni lì si produrranno altri generi alimentari e dove parallelamente saranno avviate altre attività come un centro di ricerca e uno spazio di educazione per imparare a lavorare e a gestire una fattoria urbana.
C'è poi di bello che, una volta ultimata, The Plant sarà anche un'attività a impatto zero in cui ogni rifiuto verrà riciclato e dove il proprio fabbisogno energetico verrà soddisfatto grazie ad un impianto di cogenerazione alimentato col metano ottenuto dalla "digestione" anaerobica degli scarti, impianto che fornirà non solo energia elettrica, ma anche riscaldamento e raffrescamento oltre a vapore per tutta la struttura.

Guarda il video





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: conversione fabbrica abbandonata fattoria urbana, The Plant Chicago

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons