A 17 anni inventa un processo che migliora la produzione di biocarburanti

 

 

A 17 anni inventa un processo che migliora la produzione di biocarburanti

Sara Volz è una studentessa di appena 17 anni del Liceo Colorado Springs (in Colorado, Stati Uniti), che con ogni probabilità, grazie alle sue ricerche e alle sue scoperte, potrebbe rivoluzionare il mondo dei biocarburanti prodotti con le alghe.
Questo perché la giovane Sara ha inventato un processo che aumenta la capacità produttiva dei vegetali attraverso una selezione grazie alla quale vengono individuati, mantenuti attivi e stimolati solo le piante in grado di produrre più carburante.
Una vera e propria sorta di selezione darwiniana artificiale che fa onore alla giovane studentessa non solo per i brillanti risultati ottenuti, ma anche per la prova di caparbietà dimostrata da Sara visto che le ricerche sono state condotte in un laboratorio casalingo che la ragazza ha collocato nella propria camera da letto!
Ad ogni buon conto, i vantaggi potrebbero essere molto concreti: in primo luogo perché con questo metodo si può aumentare in modo sostanziale la quantità di biocarburante prodotto.
In secondo luogo perché le alghe di massa, a differenza di altre colture, richiedono poco terreno per la loro coltivazione e, dunque, con il metodo inventato da Sara, i biocarburanti potrebbero (speriamo) rappresentare una valida alternativa al petrolio.
Grazie alla sua straordinaria ricerca e invenzione Sara si è aggiudicata lo Intel Science Talent Search e ha ricevuto il premio di $ 100.000.
È proprio il caso di dire "Largo ai giovani!".





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: biocarburanti,migliorare produzione biocarburanti, carburanti alghe

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons