3.000 km in 4 giorni alla media di 91,7 km/h: l'auto solare esiste davvero!

 

 

3.000 km in 4 giorni alla media di 91,7 km/h: l'auto solare esiste davvero!

Si potrebbe davvero dire che i ricercatori sono sulla buona strada.
Stiamo parlando di uno dei "sogni" più ambiti dall'uomo, quello di riuscire a creare un'automobile a energia solare, una vera e propria sfida che vede impegnati tantissimi studenti e ricercatori in ogni parte del mondo.
E sebbene dovranno sicuramente passare decenni prima di vederne una costruita in serie, diamo uno sguardo a quello che la ricerca e la sperimentazione stanno compiendo concretamente in questo settore.
L'occasione è la World Solar Challenge, la più famosa competizione dedicata ai veicoli solari che si tiene ogni due anni in Australia il cui regolamento prevede diverse categorie (per vetture a uno o due posti), ma in tutte la leggerezza è d'obbligo visto che i veicoli posso stoccare solo 5 kWh di energia e poi devono ricavare il resto dai pannelli solari integrati nella stessa carrozzeria (ma ovviamente sono permessi anche i sistemi di recupero dell'energia).
Orbene, l'edizione di quest'anno, a cui hanno partecipato ben cinquanta team, ha visto vincitore Stella Lux il prototipo dell'Università di Delft (in Olanda) che è riuscito a percorrere oltre 3 mila chilometri lungo l'outback australiano con un tempo totale di quasi 38 ore a una velocità media di 91,7 km/orari!
Per l'ateneo olandese si tratta della seconda vittoria consecutiva dopo quella del 2013, un risultato che pone il Nuon Solar Team come favorito anche per la prossima edizione del 2017.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: auto solare, solar lux, world solar challange 2015, nuon solar team. auto energia solare

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons