Stoccare energia nel sottosuolo: sogno o realtà?

 

 

Stoccare energia nel sottosuolo: sogno o realtà?

Un nuovo studio americano condotto dal Dipartimento Nazionale dell'Energia in collaborazione con la Bonneville Power Administration afferma di aver individuato due siti sotterranei (uno in Oregon, l'altro nello Stato di Washington) ideali per immagazzinare l'energia prodotta in eccesso dalle centrali eoliche.
Ad essi potrebbe essere collegata una centrale elettrica che funzionerebbe sostanzialmente ad aria compressa.
Per essere più chiari, durante le fasi di vento, l'energia non necessaria alla rete sarebbe dirottata a pompe che riempirebbero d'aria delle caverne naturali.
In assenza di vento, l'aria compressa verrebbe rilasciata così da azionare turbine per produrre corrente elettrica.
In questo modo i ricercatori responsabili dello studio sostengono che un impianto eolico potrebbe arrivare a sfruttare quasi l'80% dell'energia del vento.
Di impianti del genere ne esistono solo due al mondo: uno è in Germania, l'altro si trova in Alabama (Stati Uniti).
Ora la Bonneville Power Administrationè al lavoro con il Northwest Power and Conservation Council per studiare la fattibilità della costruzione degli impianti.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: stoccare energia sottosuolo, centrali eoliche, energia eolica, centrale aria compressa, energie rinnovabili

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons