In futuro le centrali elettriche potranno essere su satelliti che orbitano nello spazio

 

 

In futuro le centrali elettriche potranno essere su satelliti che orbitano nello spazio

Carl Peart è il giovane studente messicano che, nell'ambito del Create the Future Design Contest 2011, ha ideato un sistema estremamente interessante (per il momento almeno dal punto di vista teorico) per produrre energia pulita.
Il suo progetto prende il nome di Solar Collection and Transfer Satellite ed è un satellite in orbita intorno alla Terra in grado di immagazzinare enormi quantità di energia elettrica prodotta grazie a una serie di pannelli fotovoltaici in parallelo, energia che verrebbe poi trasferita sul nostro Pianeta mediante un sistema a micronde.
Detto in questo modo sembrerebbe tutto molto semplice: in realtà il satellite è un vero e proprio concentrato di tecnologia a partire proprio dagli accumulatori che utilizzano un sistema denominato Electro Mechanical Batteries il quale permette, grazie ad un volano integrato nelle batterie che è in grado di ruotare fino a 60 mila giri al minuto, di immagazzinare grandi quantità di energia per un lungo periodo di tempo.
Ogni satellite, infatti, verrebbe dotato di 360 batterie con una capacità complessiva di stoccaggio che si aggira all'incirca attorno ai 9 mila kWh!
Per adesso un sogno, un domani chissà...





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: centrale elettrica satellitare, satellite produzione energia, Solar Collection Transfer Satellite

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons