In Marocco il progetto Desertec comincia a prendere forma

 

 

In Marocco il progetto Desertec comincia a prendere forma

Il progetto Desertec, annunciato tre anni fa la sua con l'intento di sfruttare la potenza del sole del deserto del Sahara e delle regioni del Nord Africa, comincia finalmente a prendere corpo con la costruzione della prima centrale nella città di Ouarzazate in Marocco.
Questo primo mega impianto ad energia solare concentrata (CSP) da 500 mWh avrà un costo di 2,8 miliardi di dollari, quasi un niente (si fa ovviamente per dire!) rispetto al costo complessivo di tutto l'ambizioso progetto Desertec che ha un budget stimato di mezzo trilione di dollari (ovvero qualcosa come oltre 360 miliardi di euro!) e che sorgerà tra il deserto del Sahara, parte del Medio Oriente e parte dell'Europa.
Dal punto di vista energetico anche il potenziale del progetto è immenso visto che, entro il 2050, dovrebbe arrivare a soddisfare il fabbisogno europeo del 15-20% garantendo, nel contempo, elettricità anche alla regione del Medio Oriente e del Nord Africa.
La prima centrale marocchina diverrà presto operativa anche se, inizialmente, la centrale sarà in grado di produrre solo 150 dei 500 megawatt previsti perché, per completare tutta la sua costruzione, ci vorranno ancora dai due ai tre anni.

Guarda il video





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: energia solare, progetto Desertec, energia solare concentrata, energia solare deserto Sahara

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons