I telefoni cellulari e le radiazioni elettromagnetiche possono influenzare la fertilità

 

 

I telefoni cellulari e le radiazioni elettromagnetiche possono influenzare la fertilità

Fin dal loro esordio i telefoni cellulari sono oggetto di dibattiti sulla salute in particolare perché emettono radiazioni elettromagnetiche per tutto il tempo che vengono utilizzati o anche lasciati accesi.
Queste radiazioni, infatti, sono composte da particelle subatomiche che si muovono molto velocemente, a volte a velocità che arrivano a superare i 180mila chilometri al secondo.
Ed è proprio a causa di questa altissima velocità che le radiazioni possono penetrare in profondità uccidendo le cellule del nostro corpo oppure danneggiandole o anche mutandole.
Sebbene però la letteratura a riguardo di questo problema non sia ancora molto ampia e soprattutto mancano riscontri assolutamente certi vista la tutto sommato recente diffusione dei cellulari, molti sono gli studi che si stanno compiendo per fare chiarezza.
Uno di questi è stato condotto specificatamente sulle cellule spermatiche e i risultati sono abbastanza allarmanti.
I ricercatori, infatti, hanno esposto alcune cavie a radiazioni dei telefoni cellulari per due ore al giorno per trentacinque giorni, riscontrando una notevole riduzione delle proteine chinasi C (una sorta di un enzima coinvolto nel controllo della funzione di altre proteine) e anche del numero di spermatozoi col conseguente rischio che le radiazioni elettromagnetiche possano effettivamente portare alla sterilità.
Cerchiamo, però, di essere pratici e, visto però che non si può più fare a meno del cellulare, in attesa di più approfondite ricerche, adottiamo alcune semplici precauzioni per ridurre i rischi sia che siamo uomini piuttosto che donne:
- durante una chiamata i cellulari emettono maggiori quantità di radiazioni elettromagnetiche per cui, per quanto possibile, è consigliabile fare telefonate brevi tenendo il telefono distante qualche centimetro dall'orecchio, meglio ancora usare un'auricolare;
- anche quando non lo si usa, cerchiamo di tenere il telefono il più possibile lontano dal nostro corpo;
- evitiamo l'uso del cellulare in zone con segnale debole: il telefono, infatti, per cercare un segnale più forte, lavora molto di più;
- molti esperti sostengono che i bambini dovrebbero fare un uso molto limitato del cellulare e comunque dovrebbero stare il più possibile lontano da essi poiché il loro cervello si sta ancora sviluppando e quindi è più soggetto a rischi.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: radiazioni elettromagnetiche, infertilità, telefoni cellulari, cellule spermatiche, chinasi C, diminuzione spermatozoi, uso cellulare

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons