I ghiacci del Polo Nord mai così sottili come quest'anno

 

 

I ghiacci del Polo Nord mai così sottili come quest'anno

Preoccupanti i dati raccolti dall'ESA, l'Agenzia Spaziale Europea, e trasmessi a terra dal satellite Cryosat 2 secondo cui lo spessore dei ghiacci del Polo Nord non è mai stato così sottile.
Se quindi, per la prima volta negli ultimi anni, l'estate 2013 non ha segnato l'estensione minima dei ghiacci artici, di certo detiene il nuovo primato (negativo) del minimo assottigliamento.
I nuovi dati sull'Artico indicano chiaramente che i ghiacci perenni si stanno drammaticamente assottigliando e sono probabilmente destinati a scomparire entro un lasso di tempo di appena uno o due decenni.
Quello che emerge chiaramente è infatti che, combinati con i dati sull'estensione dei ghiacciai, quelli sul loro spessore confermano che "fra il 2020 e il 2030, in estate, l'Artico potrebbe molto probabilmente essere libero dai ghiacci e che in inverno resterebbe solo il ghiaccio annuale", ha osservato Tommaso Parrinello, responsabile della missione dell'ESA, che ha anche aggiunto: "Il satellite Cyosat 2 ha misurato lo spessore dei ghiacci nell'Artico nel 2011, nel 2012 e nel 2013 e notiamo distintamente la riduzione del loro spessore. Al momento la nostra è solo un'osservazione qualitativa e stiamo elaborando i dati numerici", dati che dovrebbero essere pronti entro fine anno.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: scioglimento ghiacciai, scioglimento poli, assottigliamento polo nord, assottigliamento poli

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons