Grazie alle nanoparticelle anche la vernice produce energia

 

 

Grazie alle nanoparticelle anche la vernice produce energia

Secondo quanto pubblicato sulla rivista scientifica ACS Nano, ricercatori del Dipartimento di Scienza e Nanotecnologia dell'Università di Notre Dame (in Indiana, Stati Uniti) guidati dal professor John A. Zahm hanno messo a punto una vernice che, quando esposta alla luce delle sole, grazie a nano particelle di biossido di titanio in essa contenute, riesce a produrre energia elettrica.
Sebbene l'efficienza di conversione della luce in energia raggiunta finora è appena dell'1% (valore che è ben al di sotto del 10-15% offerto dalle celle solari al silicio attualmente in commercio), si tratta di un importante passo in avanti che apre nuove strade allo sfruttamento dell'energia del sole.
La vernice solare messa a punto dai ricercatori, infatti, non solo può essere prodotta a basso costo, dunque in grandi quantità, ma può essere applicata facilmente su qualsiasi superficie, dunque su qualsiasi tipo di edificio o costruzione, senza alcuna attrezzatura speciale.
Se gli scienziati riusciranno nei prossimi mesi a migliorare l'efficienza energetica della loro invenzione, si tratterà quindi di una vera e propria scoperta che di certo rivoluzionerà il modo di produrre energia pulita, ma che sarà anche in grado di fare la vera differenza nel soddisfare bisogni energetici dell'umanità.

Guarda il video





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: vernice solare, vernice produrre energia, nano particelle vernice

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons