C'e' chi dice no alla patata OGM

 

 

C'e' chi dice no alla patata OGM

La "superpatata" è il primo organismo geneticamente modificato che, appena nata, sta già creando disaccordi all'interno della Comunità Europea.

La Basf, società chimica tedesca che la produce, ha garantito che la patata modificata sarà destinata al mercato industriale con esclusione di quello alimentare. Precisando infatti che l'Amflora, questo il nome del tubero transgenico, è molto ricca di amilopectina (uno dei componenti dell'amido) e questa sua caratteristica la rende particolarmente adatta alla produzione di carta e tessuti. Ma il sospetto che questa patata modificata possa creare problemi alla nostra salute è lecito. La patata modificata, infatti, contiene un gene resistente a due antibiotici, gene che potrebbe essere trasmesso all'uomo attraverso gli scarti vegetali, magari usati come mangime per gli animali e quindi immessi nel ciclo biologico. A questo proposito è intervenuta l'Emea, l'agenzia europea per la valutazione dei farmaci: oltre a sottolineare l'importanza dei due antibiotici incriminati nel trattamento di molte infezioni batteriche, ricorda anche la direttiva europea del 2001 che vieta l'uso negli ogm di geni della resistenza usati come marcatori.

Parere diverso per l'Efsa, l'agenzia per la sicurezza alimentare con sede a Parma, che esclude il pericolo contaminazione per l'uomo e minimizza l'uso di quegli antibiotici in campo medico e veterinario.

Un ulteriore motivo di preoccupazione sono gli eventuali residui transgenici nei campi coltivati. Se alcuni piccoli tuberi ogm rimangono sottoterra, potrebbero alterare i successivi processi di coltivazione di patate non modificate.

Di fronte a tutto questo gran parlare e controbattere, c'è chi sta passando ai fatti: associazioni ambientaliste e di consumatori stanno raccogliendo firme contro gli alimenti ogm.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: alimentazione biologica, alimenti biologici, prodotti biologici, bio, agricoltura biologica, ecologia, ambiente, km zero, ogm

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons