Batterie al litio più performanti grazie ad una proteina della seta

 

 

Batterie al litio più performanti grazie ad una proteina della seta

Secondo quanto pubblicato sulla rivista scientifica americana ACS Nano, ricercatori dell'Istituto di Tecnologia di Pechino guidati dal professor Chuanbao Cao sono riusciti ad incrementare di ben cinque volte le performance - in termini di durata temporale - delle normali batterie al litio e questo utilizzando un derivato della seta.
Gli scienziati cinesi hanno ricavato dalla seta naturale dei nano-fogli, ovvero strati di dimensioni infinitesimali, che hanno poi incorporato nei prototipi delle batterie e dei supercondensatori al litio.
In particolare questa tecnologia sfrutta le proprietà dalla fibroina, una proteina della seta naturale appunto, che a detta dei ricercatori cinesi è in grado di offrire alte prestazioni per oltre diecimila cicli, riuscendo oltretutto a immagazzinare cinque volte l'energia accumulata dalla grafite che, almeno al momento, è il materiale più usato per l'anodo delle batterie al litio.
Ed è proprio sul trovare dei nuovi sistemi di accumulo di energia e materiali alternativi alla grafite che già da tempo la ricerca si sta dirigendo.





Galleria fotografica

 


 

Argomenti: batterie litio migliori grazie a proteina seta, nano fogli proteina seta migliorare prestazioni batterie litio

 

 

 

 

 

 

 
 

Impronta Ecologica è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Parma (Reg. n. 14 del 27/10/2000)

Pubblicità su Impronta Ecologica  |  Comunicati Stampa  |  Redazione  |  Mappa del sito  |  Privacy e Cookie Policy  |  Dati Sociali

2000-2016©Impronta Ecologica

Licenza Creative Commons